Cos’è la link building ?

Per link building  si intende una tecnica SEO con l’obiettivo di aumentare il numero di link in ingresso ad un sito web. Link di qualità, provenienti da siti web autorevoli, sono fondamentali per il posizionamento su Google.

Sapere cos’è la link building è di fondamentale importanza per coloro che hanno l’obiettivo di rendere più efficace la propria strategia SEO online.

Di seguito alleghiamo un’utile guida online e numerosi consigli riguardo le migliori strategie link building.

 

Cos’è un link?

I link in entrata o in ingresso sono collegamenti ipertestuali HTML, tra un sito web ed un altro. Dal punto di vista della link building, i link agiscono direttamente sui motori di ricerca.

Più numerosi sono i collegamenti all’interno di un sito e più facilmente la pagina acquista importanza, reputazione e valore per Google.

 

Cos’è la link building?

I dipendenti di Google definiscono i link come‘’voti redazionali dati per scelta: maggiore è l’utilità dei tuoi contenuti e maggiori saranno le probabilità che un altro utente li ritenga validi per i propri lettori e inserisca un link a essi”

I link sono alla base del funzionamento dello stesso Internet! La link building non è altro che un vero e proprio network o rete di collegamenti tra più siti. Spesso vengono definiti anche come corsie preferenziali per i motori di ricerca.

Il concetto di EAT

Il concetto di EAT sta diventando sempre più importante oggi.EAT  è l’acronimo di Esperto, Autorevole e Affidabile. I siti che non presentano queste caratteristiche tendono a scendere, in termini di qualità, agli occhi dei motori di ricerca. Per guadagnare fiducia ed autorità con i motori di ricerca bisogna utilizzare link da siti Web che mostrano le qualità di EAT.

Insomma, più un sito è popolare ed autorevole, maggiore sarà il peso dei link di quel sito.

Come fare link building?

La link building è un’attività SEO prettamente tecnica, che viene oggi usata come principale strategia di ottimizzazione del posizionamento in modalità off-page.

La link building è importantissima! Essa rappresenta infatti un fattore imprescindibile attraverso cui Google classifica le pagine web. 

La strategia Seo è prettamente finalizzata ad accrescere il numero di link in ingresso verso un sito web, per guadagnare maggiore autorevolezza agli occhi di un motore di ricerca

Ma come si fa link building

 

Le principali strategie di link building SEO

Le modalità e le strategie di link building utilizzate oggi per ottenere collegamenti tra siti web sono tantissime.

Una tra le metodologie più valide e conosciute oggi è quella di realizzare articoli ottimizzati per keyword specifiche rispetto al tema che si decide di trattare nel sito ospite. 

Vi è inoltre la possibilità di variare la frequenza di link follow e nofollow, che danno vita ad un profilo backlink naturale.

Un’altra strategia, anche se meno conosciuta, è quella di utilizzare dei forum tematici e verticali su argomenti trattati dal sito o ai prodotti venduti sull’eCommerce.

Utili sono inoltre le citazioni (ossia riferimenti che possono anche non contenere link) che accrescono l’affidabilità percepita del sito.

Infine non bisogna sottovalutare il potere di recensioni e menzioni: influencers, bloggers e i social media sono sempre più utili per eventuali recensioni e menzioni relative al prodotto o servizio erogato.

Consigli riguardo alla costruzione di link

Anche se il tema è ancora sotto acceso dibattito, molti esperti sono convinti che la stessa posizione del link all’interno della pagina abbia una valenza specifica: un collegamento posto in alto ed in rilievo potrebbe infatti dare maggiori benefici rispetto ad un link posto al termine della pagina.

Cerca inoltre di dare struttura al tuo contenuto: sviluppa il testo in modo che le parole chiave siano distribuite in modo omogeneo all’interno della pagina.

Quando costruisci link interni fai attenzione a:

  • Anchor text: ossia la porzione di testo a cui viene agganciato il collegamento ipertestuale. L’anchor dovrebbe essere composto da un minimo di 3 parole ad un massimo di 5 e sopratutto deve far capire all’utente, in modo diretto e semplice, il contenuto che troverà una volta cliccato il link.                                              Attenzione! l’abuso in passato di anchor ha portato ad una penalizzazione (o ad un rischio certamente più elevato di penalizzazione) per le pagine che utilizzano link con anchor text con corrispondenza esatta alla keyword che si intende posizionare; questo specialmente in settori delicati come finanza o salute.
  • Qualità della pagina: i motori di ricerca attribuiscono un valore maggiore al link in entrata se proviene da una pagina di qualità.
  • Pagina a cui è rivolto il link: evita di collegare il link alla diretta home page di un sito web.                                                               

 

Link di qualità: cosa sono e come ottenerli! 

La qualità di un link è il principale determinante per ottenere  successo attraverso la link building. La qualità dei backlink sono un fattore di ranking importante, in grado di influenzare la SEO di un sito web determinandone il posizionamento nella SERP.

La qualità di un link in ingresso è valutata in base a prestabiliti parametri quali: popolarità, rilevanza e autorevolezza del sito, contenuti, trust del sito, pertinenza geografica, età dei link e diffusione social.

 

Google, backlink e SEO: valutare efficacemente un backlink:

Google apprezza i link. Per i motori di ricerca come Google è facile scoprire come le pagine Web siano collegate tra loro ed attribuire ade esse valore riguardo quantità e qualità dei link all’interno dei parametri di ranking utilizzati.

In questi ultimi anni, gli aggiornamenti dell’algoritmo di Google hanno permesso di perfezionare ulteriormente la macchina, consentendo al motore di ricerca di concentrarsi appunto sulla qualità dei link.  

Oltre alla quantità, Google determina il peso in ottica ranking, attribuendo importanza alla differenza tra link follow e nofollow.

In termini pratici, per riconoscere la qualità di un sito e di un link esistono i cosiddetti SEO Tools, come SEOZoom o ahrefs.

I fattori di ranking non si possono definire a pieno: il funzionamento preciso è noto solo all’algoritmo stesso. Tuttavia esistono alcuni parametri e segnali che devono essere presi in considerazione.

 “Il modo migliore per incoraggiare l’inserimento in altri siti di link di qualità e pertinenti al tuo è creare contenuti univoci e peculiari, in grado di acquisire naturalmente popolarità nella comunità di Internet”.

Per Google, è importante che i link siano naturali: questi devono essere infatti inseriti da uno staff redazionale autorevole o raccomandati direttamente dal proprietario del sito in una pagina, senza alcun intervento o finalità manipolative.

RICHIEDI INFORMAZIONI: